MAKING

L’ex scalo ferroviario di Porta Romana è una distesa di spazio lasciata andare a se stessa. Una lingua di cemento che l’Expo del 2015 riqualifica per alcuni mesi. Lunghe file di container ospitano temporary shop di ogni sorta.

È in questa fusione di suoni e colori che prende forma l’idea di GIASS.
Cinque amici con caratteristiche differenti, tra di loro un barman professionista che arricchisce alcuni gin con una personale selezione di botaniche e un metodo insolito.
Gli infusi vengono introdotti nella lavastoviglie del loro spazio, che li mantiene in temperatura a 65 gradi per tutti i 30 minuti del ciclo.
Il risultato è sorprendente e il desiderio di creare qualcosa di proprio inizia concretamente a farsi strada.

Insieme acquistano un piccolo alambicco da tre litri di portata e vengono selezionate 18 botaniche, una ricerca creativa per ottenere un gusto equilibrato, versatile. Così nasce l’attuale formula del primo Dry Gin di Milano: spirito artigianale, frutto della voglia di unire diversi elementi.
GIASS però non si ferma ed è pronto a perfezionarsi attraverso un nuovo alambicco di precisone, più adatto a rifinire la ricetta di base, fino all’evoluzione attuale.

MAKING

L’ex scalo ferroviario di Porta Romana è una distesa di spazio lasciata andare a se stessa. Una lingua di cemento che l’Expo del 2015 riqualifica per alcuni mesi. Lunghe file di container ospitano temporary shop di ogni sorta.

È in questa fusione di suoni e colori che prende forma l’idea di GIASS.
Cinque amici con caratteristiche differenti, tra di loro un barman professionista che arricchisce alcuni gin con una personale selezione di botaniche e un metodo insolito.
Gli infusi vengono introdotti nella lavastoviglie del loro spazio, che li mantiene in temperatura a 65 gradi per tutti i 30 minuti del ciclo.
Il risultato è sorprendente e il desiderio di creare qualcosa di proprio inizia concretamente a farsi strada.

Insieme acquistano un piccolo alambicco da tre litri di portata e vengono selezionate 18 botaniche, una ricerca creativa per ottenere un gusto equilibrato, versatile. Così nasce l’attuale formula del primo Dry Gin di Milano: spirito artigianale, frutto della voglia di unire diversi elementi.
GIASS però non si ferma ed è pronto a perfezionarsi attraverso un nuovo alambicco di precisone, più adatto a rifinire la ricetta di base, fino all’evoluzione attuale.

NEWSLETTER



NEWSLETTER

Join the crew and stay thirsty!

Grazie! Controlla la posta in arrivo per confermare l'iscrizione

NEWSLETTER

NEWSLETTER

Join the crew and stay thirsty!

Grazie! Controlla la posta in arrivo per confermare l'iscrizione

Pin It on Pinterest